Ricominciano gli appuntamenti dedicati alla difesa personale ed alla sicurezza presso gli impianti del San Valentino Sporting Club. Sabato 29 maggio dalle 15.30 alle 18 si svolgerà un importante workout interdisciplinare legato al MGA (Metodo globale autodifesa). Sarà un pomeriggio di lavoro e studio con docenti e ospiti illustri provenienti anche da fuori regione. La sensibilità e la voglia di fare intorno ad argomenti di indubbio interesse sono sempre le stesse del periodo pre-Covid, ma ovviamente l’incontro si svolgerà all’aperto e con tutte le precauzioni previste per la limitazione del contagio.

A curare l’appuntamento sarà il responsabile regionale Ju Jitsu e Mga maestro Pompilio Attili, insieme al maestro Giancarlo Bagnulo (Fijlkam Nazionale) apprezzato docente al livello internazionale.

Dunque si riparte da dove ci si era fermati, insieme alla Fijlkam che proprio in questi giorni ha visto la riconferma del presidente Andrea Arena, sempre presente in questi appuntamenti. Per il San Valentino Sporting Club è un orgoglio ospitare i lavori con la non remota speranza che proprio Terni e la Polisportiva Ternana, con la sua struttura multifunzionale, possa in futuro divenire un punto di riferimento sempre più importante.

Nel frattempo sono pronti a ripartire dopo l’estate anche i corsi di difesa personale a cura del maestro Alessandro Cervelli. La sezione Judo diretta dal maestro Roberto Colombini invece ha già ripreso i lavori con il gruppo degli agonisti e da giugno e per tutto luglio, visti i buoni andamenti delle curve sul contagio, sarà attivo un “campus” dedicato al recupero e di promozione sul Judo dedicato ai più piccoli.

Quasi dieci mesi. Tanto è durata la prima edizione della San Valentino volley Cup, il campionato amatoriale misto di pallavolo organizzato dalla Polisportiva Ternana sotto l’egida di Opes Italia presso il San Valentino Sporting Club. Una edizione cominciata il 4 dicembre e conclusasi il 1 ottobre, complicata dallo stop per tre mesi causa Coronavirus e lockdown, che ha incoronato nella finale Le Ali Volley Piediluco vittoriosi 3-0 su Quasi Volley Narni.

E’ mancato, nelle ultime gare playoff e nelle finali, l’apporto del pubblico, che ha sempre accompagnato le partite in questi mesi, ma del resto le restrizioni imposte dal decreto governativo per il contenimento della pandemia hanno reso necessaria questa situazione. Anche la premiazione, che si è svolta subito dopo, è stata, come nello stile di questi mesi, una auto-premiazione, con i due capitani che hanno alzato la Coppa prendendola da soli. Non c’è stata, saltata per gli stessi motivi, la prevista fase nazionale sotto l’egida dell’Opes.

“Volevo ringraziare tutte le squadre che hanno partecipato a questo primo campionato amatoriale di pallavolo. È stata una stagione sportiva un po complicata ma abbiamo gettato il seme per una nuova stagione che mi auguro sia più serena. Volevo infine ringraziare gli arbitri che si sono messi a disposizione con grande amicizia e professionalità“, sottolinea il presidente del San Valentino Sporting Club Maurizio Sciarrini.

L’organizzazione dal canto suo si dice soddisfatta per essere riuscita a portare a termine la manifestazione: “Essere riusciti a concludere la prima edizione del torneo è per noi un grande risultato, anche se l’assenza del pubblico ha privato un po’ dell’emozione del calore la fase decisiva. Per noi questo torneo era una grande sfida, per tutta una serie di motivi ma anche perchè, pur  con un solo campo a disposizione siamo riusciti ad organizzare un torneo di ottimo livello.  Grazie a tutte le squadre che hanno partecipato. Stiamo già gettando le basi per la nuova edizione, che nelle intenzioni sarà ancora più bella e grande”.

Per il resto è stata una finale sui generis: giocata cambio campo, per limitare al massimo le possibilità di contagio e con diversi elementi nuovi rispetto alle rose originarie, per via della situazione sanitaria che ha creato problemi un po’ a tutte le società. La formazione narnese ha sicuramente pagato il fatto di aver giocato di fatto la prima partita dopo il lockdown, ma vanno i complimenti a Le Ali che sono riusciti ad alzare il trofeo giocando meglio sopratutto nel primo e nel terzo set. Ma è stato bello esserci, giocare e festeggiare.

 

LE ALI PIEDILUCO- QUASI VOLLEY NARNI 3-0
Parziali: 25-13, 25-20, 25-16
LE ALI: PIEDILUCO: 3 Lucentini 5 Ascani 9 Francioli 12 Maibianco 13 Ratini 17 Bucci (cap) 99 Natalotti All. Arbuatti
QUASI VOLLEY: 0 Mariotti 3 Giannini 4 M.Malafoglia 6 Cecchi 7 Cricco 13 Noboli (L), 15 Pioli, 20 Suatoni (cap). All. Di Loreto
Arbitro: Valerio Possanzini

Presentato questa mattina presso la sala consiliare di Palazzo Spada il progetto “Triangolo della salute: scuola, sport, alimentazione…imparare a crescere bene”, il percorso ludico-formativo di educazione motoria che coinvolge l’istituto comprensivo Guglielmo Marconi (la scuola media omonima e  le scuole Le Grazie e Matteotti), promosso dal San Valentino Sporting Club insieme alla Eurosport Club Terni e all’Ufficio Scolastico Regionale, col patrocinio del Comune di Terni, del Coni, della Fondazione Carit e del Panathlon Terni.

Alla conferenza stampa hanno preso parte gli assessori comunali alla scuola (Cinzia Fabrizi) ed allo sport (Elena Proietti), il presidente del San Valentino Sporting Club e della Polisportiva Ternana Maurizio Sciarrini, il coordinatore del progetto Carlo Danieli, il responsabile dell’Ufficio Scolastico Regionale Mauro Esposito, il delegato provinciale del Coni Francesco Tiberi, Emanuela La Mazza per l’Istituto Comprensivo Marconi e Benito Montesi, presidente del Panathlon Terni. Testimonial d’eccezione il campione di pattinaggio Alessio Rossi.

IL PROGETTO- Si tratta di un ciclo di 10 ore di lezione per ciascuna classe dedicate all’educazione allo sport, nel quale ai bambini e ragazzi verrà proposto un approccio a varie discipline: pattinaggio (3-11 anni), Gioco sport con minivolley, minibasket, minitennis, minibocce, calcio a 5 (8-11 anni), atletica leggera e arti marziali (8-11 anni), oltre ad attività motoria generale ed a laboratori di educazione alla salute. Le attività si svolgeranno in orario curricolare, ma anche pomeridiano e partiranno nelle prossime settimane.

GLI INTERVENTICinzia Fabrizi, che oltre ad essere assessore alla scuola è anche preside, sottolinea come “queste iniziative vengono in aiuto concreto alle scuole che soprattutto dopo il Covid, hanno problemi soprattutto con l’educazione fisica. Il Comune sarà sempre vicino a progetti di questo tipo”. Le fa eco l’assessore allo sport Elena Proietti: “Tutto quello che è stato detto in queste settimane sullo sport e sui valori che veicola, si concretizza in questa iniziativa. Il lockdown ha accentuato i problemi dei nostri ragazzi ma anche la voglia di fare sport. Da donna di sport convinta che questo sia parte integrante e fondamentale dell’educazione scolastica, non posso che essere contenta di questi progetti. Lo sport è disciplina di vita”.

Francesco Tiberi punta i fari sull’alimentazione: “Fare sport a scuola è fondamentale ma lo è altrettanto parlare di alimentazione ed educazione alla salute. Sono valori importanti che è necessario continuare a trasmettere”. Mauro Esposito, nel sottolineare la grande vivacità del territorio sul fronte della promozione dello sport nelle scuole si augura “che soprattutto in questo periodo, l’educazione motoria non venga lasciata indietro”.

Maurizio Sciarrini spiega: “Torniamo a realizzare un progetto scolastico, come agli esordi della nostra Polisportiva. Ho intercettato le fragilità dei giovani grazie ai miei figli che durante il lockdown hanno sofferto molto la mancanza di non poter fare sport e che quando si è potuto ricominciare a farlo si sentivano felici. Si dice sempre che i giovani sono cambiati, ma non è vero: siamo noi che ci creiamo alibi”. Carlo Danieli, coordinatore del progetto sottolinea come “alcune attività, soprattutto quelle legate agli sport di squadra dovranno essere in parte rimodulate alle esigenze delle normative Covid. Abbiamo previsto, per quanto riguarda l’alimentazione un incontro con i docenti del Casagrande e con un medico nutrizionista, ma i tempi di queste due iniziative sono dettati dall’evoluzione della pandemia e dalla possibilità di riunirsi. Allo stesso tempo è nostra intenzione fare un evento conclusivo, oltrechè invitare i ragazzi alla festa degli Azzurri d’Italia: anche in questo caso, i tempi saranno dettati dalla situazione contingente”.

Emanuela La Massa, nel ringraziare tutti soggetti coinvolti ha sottolineato come “il progetto è un aiuto importante perché permette ai ragazzi di continuare a fare educazione fisica in questo anno scolastico molto particolare e complesso”.

Benito Montesi dice “Dove c’è condivisione e promozione dello sport, c’è il Panathlon” ed ha ricordato come l’Unesco, in un documento ha certificato lo sport come “un diritto per tutti”.

Il testimonial Alessio Rossi, campione che ha unito l’attività agonistica alla scuola ha spiegato: “Ho sempre fatto sport, sin dalle elementari, anche se mi sono avvicinato al pattinaggio solo dopo, grazie a mio fratello. Fare sport da ragazzi  è fondamentale, perché lo sport è uno stile di vita ed un veicolo di valori, contribuisce a tenere i ragazzi lontani dalla strada. L’alimentazione è un aspetto importante: va sempre bilanciata, ma personalmente non ho mai rinunciato del tutto a niente”

 

Ricomincia la stagione anche per il gruppo di studio interdisciplinare umbro delle arti marziali. Primo appuntamento dopo la pandemia ed il lockdown ospitato dal San Valentino Sporting Club di Terni, presenti anche il responsabile del MGA (Metodo Globale Autodifesa) della Polisportiva Ternana Alessandro Cervelli ed un gruppo di nostri portacolori, oltre a tanti tecnici ed appassionati, anche di fuori regione.

Si è lavorato, sotto la supervisione del responsabile regionale Pompilio Attili e del maestro Giovanni Bagnetti sul tema della difesa personale e sulle basi della sicurezza, didattica e posizioni insieme agli aspetti psicologici. Nella seconda parte invece è stata la volta di un focus sull’utilizzo della spada giapponese. Seppure apparentemente anacronistico, lo studio della Ken jitsu (arte della spada) include infatti tanti principi per la difesa personale a partire dalle posizioni del corpo fino alla decisione nell’agire.

L’appuntamento è  per il prossimo mese con sede da definire. Dopo l’incontro di questa domenica, è intenzione entro il 2020 di dare conclusione agli otto incontri sospesi per il Covid del gruppo MGA allo Sporting. Intanto, allo Sporting vanno avanti con quasi inaspettato successo i corsi di Judo dei nostri Tecnici Roberto Colombini ed Alessandro Cervelli-.”Per tutto questo – dice Alessandro Cervelli – ringraziamo il presidente Sciarrini, uomo di sport sempre attento alla diffusione e promozione di tutte le sezioni della Polisportiva Ternana”.

🔴Alcuni scatti dal raduno regionale MGA Metodo Globale Autodifesa ospitato dalla nostra struttura
✅A breve il resoconto dell’evento

Pubblicato da San Valentino Sporting Club Terni su Domenica 27 settembre 2020

Alessandro Cervelli, responsabile del Metodo Globale Autodifesa, presenta l’appuntamento che sarà ospitato domenica 27 settembre presso il San Valentino Sporting Club

Una riunione con i rappresentanti delle squadre, all’aperto e rigorosamente con distanziamento sociale,  ha sancito la ripartenza della prima edizione della Opes San Valentino Volley Cup, il torneo amatoriale misto di pallavolo organizzato dalla Polisportiva Ternana sotto l’egida della Opes, presso il San Valentino Sporting Club. Si ripartirà nel mese di settembre, da dove ci si era fermati per lo stop a seguito del lockdown per la pandemia, cioè con le tre partite dei playoff rimanenti e le tre finali per stabilire le posizioni.

Una decisione, quella di concludere sul campo il torneo, che è stata preferita all’assegnazione del titolo alla squadra in testa dopo la regular season, motivata soprattutto dalla voglia di stare insieme, ritrovarsi in amicizia e tornare finalmente a confrontarsi nello sport. Il titolo sarà assegnato sul campo, quindi mentre salta, almeno per questa prima stagione, lo svolgimento della fase nazionale Opes, che era prevista in Giugno e non sarà recuperata.

Questa la situazione dopo la regular season

PLAYOFF

Di seguito, i risultati delle gare disputate e il calendario delle prossime sfide

GIRONE A:

Quasi Volley Narni- Volley ma non posso 3-0 (parziali: 25-14, 15-17, 25-16)
Volley ma non posso-Improbabili 2-3 (parziali: 17-25, 25-22, 11-25, 26-24, 11-15)
23/9  ore 21.30: Improbabili-Quasi Volley

GIRONE B

Le Ali Piediluco-Best Friends 3-0 (parziali:  25-5, 25-12, 25-19)
22/9 ore 21.30 Best Friends-Volley per Caso
25/9 ore 21.30 Volley per Caso – Le Ali Piediluco

FINALI

28/9 ore 21.30 5./6. posto: Terza A- Terza B
29/9 ore 21.30 3./4. posto: Seconda A-Seconda B
1/10ore 21.30 1./2. posto: Prima A- Prima B

 

Taglio del nastro, alla presenza dei tecnici, delle istituzioni e di una folta rappresentanza di dirigenti dello sport ternano, regionale e nazionale, per la nuova palestra a cielo aperto del San Valentino Sporting Club, un open space di 300 metri quadrati, che attualmente ospita le attività del fitness e dell’area funzionale ma che presto sarà dedicata anche alla preparazione atletica delle squadre della Polisportiva. Maurizio Sciarrini, presidente della struttura e della Polisportiva Ternana, ha raccolto la sfida ed ha affrontato lo stop dovuto alla chiusura del centro per la pandemia da Coronavirus, mettendo a punto in poche settimane uno spazio che adesso è destinato a diventare un punto di riferimento per gli sportivi amatori e non di tutta la provincia.

Ad ispirare l’idea è stata una frase simbolica, pronunciata da Papa Francesco durante la suggestiva e struggente preghiera in solitario in piazza San Pietro per chiedere la fine dell’epidemia “Siamo tutti sulla stessa barca e ci siamo accorti che non possiamo andare avanti ciascuno per conto suo, ma solo insieme. Nessuno si salva da solo”. La frase campeggia davanti all’ingresso della nuova area all’aperto, quasi a voler accompagnare spiritualmente chi al suo interno svolge l’attività sportiva.

Dopo il taglio del nastro, la struttura è stata benedetta da Salvatore Triola, diacono della parrocchia di San Paolo Apostolo.

Così Maurizio Sciarrini, presidente del San Valentino Sporting Club e della Polisportiva Ternana: “Oggi è un momento di festa, festeggiamo l’inaugurazione di questa palestra a cielo aperto, quest’area funzionale che nasce dall’esperienza del Covid. Abbiamo pensato di dare alla città una nuova struttura sportiva per consentire ai giovani fare sport in sicurezza. Però c’è ancora tanta preoccupazione perché gli sport di contatto, fra i quali il calcetto e la pallavolo, ma anche il judo e il karate, sono fermi per un palleggio di responsabilità fra le istituzioni ed il comitato scientifico. Chi ne fa le spese sono i centri come il nostro che hanno una fetta consistente degli introiti dall’affitto dei campi. Se questa situazione non si sblocca i centri sportivi rischiano di morire nell’indifferenza generale”.

Nel video, gli interventi, oltrechè di Sciarrini, anche di Moreno Rosati, vicepresidente regionale del Coni e vicepresidente nazionale della Federbocce, Francesco Tiberi, delegato provinciale del Coni,  Daniele Carissimi, consigliere regionale, in rappresentanza dell’assessore Paola Agabiti, Elena Proietti, assessore comunale allo sport,  Maurizio Torchio, del Panathlon Terni e presidente Us Acli e  Gianni Fabrizi, tecnico del Comitato Italiano Paralimpico Terni, in rappresentanza del presidente regionale Gianluigi Rasi e del delegato provinciale Tommaso Strinati.

 

Ci siamo quasi. L’attesa sta per finire. Il 3 giugno il San Valentino Sporting Club riaprirà dopo il lockdown con una importante novità. La nostra struttura diverrà una grande palestra attrezzata  a cielo aperto su un’area di 300 metri quadrati per consentire l’attività in totale sicurezza. Nella struttura proseguono a ritmo serrato i lavori per consegnare il tutto nei tempi previsti. Un investimento importante in questo particolare momento che rilancia la nostra offerta sportiva.

La nostra sarà quindi a tutti gli effetti una palestra no-Covid con abbonamenti e ingressi light per cercare di venire incontro alle famiglie ternane segnate da questa grave crisi economica. “Ora possiamo e dobbiamo ripartire, non è facile ma abbiamo tutti un forte desiderio di ritornare alla normalità e lo faremo nella massima sicurezza”, spiega il presidente Maurizio Sciarrini.

In particolare, già dal 25 maggio sarà possibile prenotarsi per i corsi dell’area funzionale, che si svolgeranno nell’area di 300 metri quadrati adibita all’allenamento individuale a corpo libero e con strutture attrezzate. Verranno inoltre riattivati i corsi grazie alla tensostruttura di 800 metri quadrati che verrà aperta perimetralmente garantendo ampie distanze di sicurezza tra gli utenti. Dal 6 giugno riapre anche la piscina estiva mentre il 15 giugno partiranno i campus estivi per bambini dai 3 ai 12 anni.

Per appuntamenti e prenotazioni, dal 25 maggio si potrà telefonare al 0744 277908 dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19

Il futuro dello sport e del mondo e la sua ripartenza sono stati al centro dell’incontro che il ministro dello sport Vincenzo Spadafora ha avuto, in teleconferenza con il presidente di Sport e Salute (l’azienda pubblica che ha preso il posto di Coni servizi nella gestione degli eventi sportivi, diretta emanazione del ministero delle Finanze), Vito Cozzoli, i consiglieri della stessa struttura Dario Simeoli, Giovanni Panebianco, Giuseppe Pierro ed i presidenti degli enti di promozione sportiva.

Un incontro fondamentale per cercare di capire come il mondo dello sport si prepara a ripartire dopo la serrata che sta fermando l’Italia, imposta dal Governo per contrastare la diffusione del contagio da Coronavirus. Lo sport, come ha più volte spiegato il ministro Spadafora, sarà uno dei veicoli della ripartenza, perchè ad esso è legato fortemente anche il turismo ed è per questo che sono allo studio particolari misure per affrontare la crisi che deriverà da questa fase emergenziale.

Spadafora ha sottolineato che entro giovedì saranno stabiliti i criteri e le modalità per accedere al fondo di 50 milioni di euro dal quale sarà ricavato il bonus di 600 euro per gli operatori del settore,  confermando anche la possibilità che l’indennità venga estesa anche al mese di aprile.

FONDO E INDENNITA’ Sul punto, il numero uno del Ministero dello sport e delle politiche giovanili ha ammesso che la previsione del fondo non sarà in grado di sostenere tutte le richieste che perverranno e che il suo stanziamento è stato effettuato tenendo conto della difficoltà di avere dati certi circa il numero degli aventi diritto ma che si cercherà di avere un ampliamento del fondo stesso in una successiva fase sulla base delle richieste pervenute. Quello che però è già successo in queste ore, col sito dell’Inps andato in tilt dopo pochissimo tempo, lascia presagire che sarà comunque una corsa contro il tempo.

Quanto alle problematiche relative alla sospensione dei canoni di locazione afferenti contratti con privati, il ministro Spadafora ha spiegato che sono allo studio misure ad hoc che possano contemperare le esigenze di tutti, nella comprensione della delicatezza di un tema che coinvolge anche gli interessi dei proprietari di impianti e strutture sportive concesse in locazione.
Spadafora  ha confermato “lo sforzo del governo per lo sport per garantire lo stanziamento di fondi per le associazioni sportive e per il finanziamento di progetti sportivi da svolgere già a partire da questa estate”. Sempre ovviamente, le condizioni sanitarie del Paese consentano una ripartenza se non a pieno regime quantomeno a buona velocità.

Superata la fase emergenziale – ha detto Spadafora – si aprirà un’importante stagione di riforme strutturali del settore che passeranno anche attraverso un confronto diretto e immediato con gli organismi sportivi e quindi anche con gli enti di promozione sportiva stessi per consentire un vero e proprio rilancio dell’attività sportiva a livello nazionale”.

NUOVE NORMATIVE. Le nuove norme prevederanno misure per la semplificazione semplificazione degli adempimenti e, al riguardo, ha richiesto la presentazione di una nota da parte del coordinamento egli enti di promozione sportiva contenente proposte e suggerimenti al riguardo.

Nell’occasione, proprio rispondendo ad una sollecitazione del Presidente Stevanato in tema di fondi per il rilancio degli impianti sportivi, il Ministro ha confermato stanziamenti importanti anche utilizzando i fondi inutilizzati destinati del progetto “Sport e Periferie”, che coinvolgerà gli enti di promozione sportiva e le associazioni con un finanziamento raddoppiato.

TUTELA LAVORATORI SPORTIVI. Dal canto suo, il presidente di Sport e Salute Stevanato ha sottolineato “l’importanza della tutela dei lavoratori sportivi e ha comunicato al ministro che è in itinere il rinnovo del contratto collettivo nazionale dei lavoratori dello sport, che nell’ultimo triennio ha registrato un incremento di più di 10.000 dipendenti, che alla luce di quanto accaduto sarà oggetto di una attenta valutazione da parte della Confederazione dello Sport e dei sindacati confederali, i quali poi riporteranno le istanze al ministro

 

 

Importante riconoscimento per Maurizio Sciarrini, presidente del San Valentino Sporting Club e della Polisportiva Ternana. Nell’ambito del rinnovo delle cariche del Panathlon Club di Terni, è infatti stato eletto nel consiglio direttivo per il biennio 2020-2021 ed è stato inserito all’interno della commissione scuola.

Alla Presidenza del Club è stato confermato Benito Montesi, per il Consiglio Direttivo confermati anche il Vice Presidente Mario Giangiuli, il Segretario Maurizio Catanzani, il Tesoriere Supino Cercarelli, i Consiglieri Paolo Spaccatini, che ha anche l’incarico di Cerimoniere, Gianni Fabrizi, che sarà anche Presidente della Commissione Soci con Flavia Chitarrini e Spaccatini, Mauro De Angelis, che sarà anche componente dello speciale Gruppo di Lavoro “Organizzazione Eventi” insieme allo stesso Sciarrini , al consigliere Fabio Moscatelli ed al Presidente del Collegio dei Revisori Dino Ciommei (con i Membri Angelo Cinaglia e Giovanni Bonato). Eletto anche il Collegio Arbitrale con Andrea Colacci Presidente ed i componenti Vincenzo Bizzoni e Alberto Raminelli.

Presente alla Assemblea l’avvocato Massimo Carignani nella sua qualità di Past President che rimane a far parte del consiglio direttivo del Club ancora per questo biennio.

Nella sua relazione, Montesi ha ripercorso le tante attività svolte con la collaborazione di tutti i Soci, particolarmente con il Direttivo, per diffondere i principi fondanti della organizzazione Panathlon che si basa nel fair-play nello sport, coinvolgendo i giovani delle scuole e delle società sportive, con particolare riferimento a quello che viene ritenuto uno dei moderni Diritti Umani: lo sport paralimpico. Nella stessa relazione è stata evidenziato un minimo di programmazione futura incentrata anche su iniziative sportive a livello nazionale da svolgere a Terni e sulla partecipazione attiva alla vita sociale cittadina, si con iniziative sportive, ma anche con l’essere partecipi e collaborare con altre organizzazioni benemerito, come avvenuto in passato, e del tessuto sociale locale.